Generalmente la schiera dei preoccupati per il futuro del Pianeta si divide in due gruppi : chi sostiene la tesi che ognuno debba impegnarsi con i piccoli gesti quotidiani e chi, invece, pensa sia tutto inutile senza norme vincolanti. Personalmente ritengo valide entrambe le posizioni, anzi strettamente legate tra loro. È ovvio che in assenza di regole ci sia chi continuerà a tenere comportamenti dannosi per l’ambiente, ma serve la volontà di recepire i cambiamenti. Negli anni ’90 , dopo una serata in discoteca, i vestiti mi puzzavano come una ciminiera. Sembrava impossibile impedire di fumare nei locali chiusi e il pensiero comune era “figuriamoci se una legge potrà cambiare le cose in Italia”. In realtà è avvenuto l’esatto contrario e il senso civico ha prevalso. La classe politica altro non è che lo specchio della società. Se “un politico guarda alle prossime elezioni, mentre lo statista alle generazioni future” , la sensazione è che siamo circondati da politici . Nonostante il ricambio generazionale ed i proclami, continuano ad agire (tutti) per le successive elezioni senza avere programmi a lungo termine. In fondo tutti ci lamentiamo, ma pensiamo sia molto scaltro chi ottiene vantaggi personali dalla posizione occupata. Dunque, è difficile credere che i nostri rappresentanti non temano di perdere voti adottando provvedimenti impopolari (anche se giusti). Nessuno vuole rinunciare a privilegi acquisiti o “pagare di tasca propria” e chi è costretto a farlo voterà per lo schieramento all’opposizione. Nella logica dell’alternanza (perno della democrazia) è raro che una coalizione resti in carica per un lasso di tempo sufficientemente lungo (in Italia, di solito, non si arriva nemmeno al termine naturale della legislatura). E tutto rientra nella lotta politica. Non esistono temi trasversali come ambiente, salute, istruzione su cui si possa trovare un largo consenso e diventa impossibile programmare. In teoria sarebbe più semplice apportare grandi cambiamenti in una dittatura. Ma a quale prezzo ? La storia insegna che non esistono leader “illuminati”. Quindi, non c’è nessuna possibilità di modificare le cose ? Io sono convinto del contrario. Basterebbe far comprendere che il vantaggio per la comunità alla lunga è auspicabile per tutti , anche se qualcuno ci dovrà rimettere (come nel caso del fumo nei locali). A lanciare simili messaggi ci sono individui che non hanno maschere, mantelli o identità segrete, ma sono comunque degli eroi. Uno di questi è Afroz Shah. Per me era un completo sconosciuto , poi mi sono imbattuto in alcuni video che lo riguardano su YouTube . Shah è un avvocato di Mumbai (India) , ma da sempre innamorato della natura e del mare in particolare. Nel 2015 ha acquistato una casa sulla spiaggia di Versova , anche se sarebbe più corretto definirla “discarica” considerato che era invasa da oltre 5.000 tonnellate di rifiuti su 2,5 Km. Vista l’impossibilità di avere ascolto da parte delle autorità locali, ha iniziato a ripulire la spiaggia da solo. Ha continuato così per settimane andando a bussare ad ogni porta. La sua dedizione ha convinto altre persone ad aiutarlo e i pochi volenterosi sono diventati decine e poi centinaia. Nel 2016 anche l’Onu si è accorto di Shah assegnandogli il titolo “Champions of the Earth” per il suo straordinario impegno. A quel punto anche la politica locale non ha più potuto ignorarlo ed ha messo a disposizione i mezzi per completare l’impresa. Il miracolo (è così che è stato giustamente definito) si è compiuto 127 settimane più tardi (nel 2018) quando, con la spiaggia completamente ripulita, sono ricomparse le tartarughe !! Dopo circa vent’anni un’ottantina di esemplari hanno camminato sulla sabbia per giungere al mare sotto gli occhi lucidi di coloro che lo hanno reso possibile. Shah ha dichiarato di ispirarsi alle parole di Ghandi “sii il cambiamento che vorresti vedere avvenire nel mondo” e non c’è dubbio che abbia davvero cambiato (in meglio) la sua città. Ma adesso non vuole fermarsi ed ha deciso di lanciare altri movimenti di pulizia in India, ad esempio nelle foreste di mangrovie. È così che si comportano gli eroi, anche se non sono .. “super” (guarda).

Pubblicato da paol1

@paoloandreuccetti1973

Unisciti alla discussione

3 commenti

  1. Io sono convinta che c’è l’ha possiamo fare… Se prendessimo coscienza e responsabilità, che l’abbiamo tutti, potremo fare una piccola parte di quello che ha fatta Afroz Shah…. È il nostro dovere!!!!
    Dovremo anche dedicare più tempo a letture di chi come te dedica descrivendo come possiamo davvero avere un mondo migliore…. Prima o poi entra nella testa anche di chi è ancora indifferente a questa argomentazione fondamentale per il nostro pianeta, il nostro cibo, i nostri figli.

    Piace a 2 people

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: